Skip to content

Short- and Long-Term Effects of Cannabis on Headache and Migraine

Secondo gli autori di questo studio , la cannabis per via inalatoria riduce il mal di testa auto-riferito e la gravità dell’emicrania di circa il 50%.
Gli uomini hanno riportato riduzioni maggiori del mal di testa rispetto alle donne (90.9% vs 89.1%, p=0.001) e l’uso di concentrati è stato associato a riduzioni maggiori del mal di testa rispetto ai fiori.
La sua efficacia sembra diminuire nel tempo e i pazienti sembrano utilizzare dosi più elevate nel tempo, suggerendo che la tolleranza a questi effetti può svilupparsi con l’uso continuato.
Tuttavia, la cannabis non sembra portare al mal di testa da uso eccessivo di farmaci associato ad altri trattamenti convenzionali, il che significa che l’uso di cannabis non peggiora il mal di testa o l’emicrania nel tempo.

Gli autori ritengono che sono necessari ulteriori studi clinici in doppio cieco, controllati con placebo, che aiuteranno a escludere l’efffetto placebo e forniranno un esame più controllato della dose, del tipo di cannabis, delle interazioni di THC, CB CBD e THC x CBD.

Alexander Spradlin Michael J.Cleveland  Rebecca M.Craft

LINK ALLA PUBBLICAZIONE