Skip to content

Legalization in the USA

[mk_page_section][vc_column][mk_fancy_title tag_name=”h3″ style=”simple” color=”#002604″ size=”40″ font_weight=”bold” txt_transform=”uppercase” margin_top=”-40″ margin_bottom=”0″ font_family=”none” corner_style=”pointed” border_width=”3″ line_height=”24″ text_transform=”uppercase” responsive_align=”left”]Legalizzazione della marjiuana negli USA[/mk_fancy_title][mk_divider style=”thin_solid” border_color=”#002604″ margin_top=”0″ margin_bottom=”2″][mk_divider style=”thin_solid” border_color=”#002604″ thickness=”3″ margin_top=”0″][mk_padding_divider size=”50″][/vc_column][/mk_page_section][mk_page_section][vc_column][mk_dropcaps style=”fancy-style” background_color=”#009640″ text_color=”#fffcec” char=”L” fill_color=”#fbb900″]G[/mk_dropcaps][vc_column_text animation=”right-to-left”]li Stati Uniti forniscono, sin dai tempi di Alexis De Toqueville, un terreno di osservazione e sperimentazione per noi europei. Il ruolo guida che le loro politiche hanno assunto dal dopoguerra in avanti per la politica europea, porta a chiedersi se sarà lo stesso anche nell’ambito della legalizzazione della marijuana.
Attualmente negli Usa l’uso della cannabis è illegale a livello federale per qualsiasi ragione. Una situazione piuttosto complessa, se si pensa invece a come a livello di singoli stati, 23 dei 50 hanno approvato leggi che ne permettono l’uso per motivi terapeutici, mentre in Colorado, Washington, Alaska, Oregon e Washington D.C. (District of Columbia) la marijuana è stata legalizzata.[/vc_column_text][mk_blockquote font_family=”none” text_size=”20″ align=”center” animation=”right-to-left”]Attualmente negli Usa l’uso della cannabis è illegale a livello federale[/mk_blockquote][/vc_column][/mk_page_section][mk_page_section][vc_column width=”1/2″][vc_round_chart stroke_width=”0″ values=”%5B%7B%22title%22%3A%22California%22%2C%22value%22%3A%2249%25%22%2C%22color%22%3A%22green%22%7D%2C%7B%22title%22%3A%22Colorado%22%2C%22value%22%3A%2230%25%22%2C%22color%22%3A%22sky%22%7D%2C%7B%22title%22%3A%22Michigan%22%2C%22value%22%3A%224%25%22%2C%22color%22%3A%22pink%22%2C%22custom_color%22%3A%22%2300c1cf%22%7D%2C%7B%22title%22%3A%22Oregon%22%2C%22value%22%3A%222%25%22%2C%22color%22%3A%22purple%22%2C%22custom_color%22%3A%22%230088cc%22%7D%2C%7B%22title%22%3A%22Washington%22%2C%22value%22%3A%228%25%22%2C%22color%22%3A%22turquoise%22%2C%22custom_color%22%3A%22%234cadc9%22%7D%2C%7B%22title%22%3A%22Arizona%22%2C%22value%22%3A%226%25%22%2C%22color%22%3A%22mulled-wine%22%2C%22custom_color%22%3A%22%23f79468%22%7D%2C%7B%22title%22%3A%22All%20Others%22%2C%22value%22%3A%221%25%22%2C%22color%22%3A%22black%22%2C%22custom_color%22%3A%22%23f7be68%22%7D%5D” animation=”easeOutBounce”][mk_fancy_title color=”#002604″ size=”10″ font_family=”none”]$2.7 Billion U.S. Cannabis Sales by State in 2014
Source: ArcView Market Research (consumer and wholsale sales)[/mk_fancy_title][/vc_column][vc_column width=”1/2″][mk_dropcaps style=”fancy-style” background_color=”#009640″ text_color=”#fffcec” char=”L” fill_color=”#fbb900″]I[/mk_dropcaps][vc_column_text animation=”right-to-left”]Il primo stato che ha legalizzato la cannabis per scopi terapeutici è stata la California, dove si può fumare solo se si ha una tessera medica. Ottenerla è però molto facile: dottori compiacenti per qualche decina di dollari o poco più firmano un certificato medico per una malattia banale, come l’insonnia o il mal di schiena, con il quale si può acquistare la marijuana legalmente in negozi autorizzati. La “medical marijuana card” permette di accedere a club nei quali i clienti sono autorizzati ad acquistare l’erba nei limiti permessi dalla legge.
Lo stato della California ha così incassato più di cento milioni di dollari in tasse in un anno, un introito che sta facendo pensare al governo di aprire il mercato a tutti i consumatori, benché vi sia qualche timore a causa dei dati del Colorado.
In ogni caso il bilancio sulla legalizzazione in California è positivo: grazie ad essa l’occupazione è cresciuta (non solo quella di rivenditori e del loro indotto, ma anche per i contadini che coltivano i campi e assumono nuova forza lavoro); si è anche ridotta l’influenza dei cartelli del narco traffico messicano, i quali continuano ad operare soprattutto nell’importazione delle droghe pesanti.[/vc_column_text][/vc_column][/mk_page_section][mk_page_section][vc_column width=”1/2″][mk_dropcaps style=”fancy-style” background_color=”#009640″ text_color=”#fffcec” char=”L” fill_color=”#fbb900″]U[/mk_dropcaps][vc_column_text animation=”right-to-left”]na situazione diversa si è registrata nello stato del Colorado, dove da poco meno di due anni l’uso di cannabis è legale per tutti i maggiorenni.
In questo caso l’incasso dello stato è stato più basso rispetto alle aspettative: 53milioni contro i 70 attesi dal governo al momento della legalizzazione.
Uno dei motivi principali è che i consumatori abituali di marijuana molto spesso hanno continuato a rivolgersi agli spacciatori a causa dell’alto prezzo al dettaglio presente nei negozi. Occorre però rilevare come questo mercato è in costante aumento, quindi anche i guadagni dello stato cresceranno.
Sono invece i dati relativi agli incidenti stradali e i crimini violenti che hanno suscitato commenti positivi: in nessuno dei due casi infatti si sono registrati aumenti o casi preoccupanti riconducibili alla legalizzazione della marijuana.[/vc_column_text][/vc_column][vc_column width=”1/2″][vc_line_chart type=”line” x_values=”DEC;JAN; FEB; MAR; APR; MAY; JUN; JUL; AUG;SEP;OCT;NOV;DEC” values=”%5B%7B%22title%22%3A%22Medical%20%22%2C%22y_values%22%3A%2230%3B%2031%3B%2036%3B%2035%3B%2032%3B%2033%3B%2027%3B%2028%3B%2032%3B%2031%3B%2032%3B%2026%3B%2030%22%2C%22color%22%3A%22green%22%7D%2C%7B%22title%22%3A%22Recreational%22%2C%22y_values%22%3A%220%3B%2014%3B%2015%3B%2015%3B%2018%3B%2022%3B%2021%3B%2023%3B%2027%3B%2034%3B%2032%3B%2031%3B%2030%3B%2034%22%2C%22color%22%3A%22peacoc%22%7D%5D” animation=”easeOutElastic”][mk_fancy_title color=”#002604″ size=”10″ font_family=”none”]Medical vs. Recreational Cannabis sales in Colorado (Dec 2013/Dec 2014)
Source: Colorado Dept. of Revenue, Maryjuana Business Media estimates[/mk_fancy_title][/vc_column][/mk_page_section][mk_page_section][vc_column][vc_column_text]In generale la legalizzazione della marjuana negli Stati Uniti sta assumendo progressivamente le connotazioni di un’enorme opportunità economica. Lo stato nordamericano non è nuovo a questo tipo di esperienze: negli Anni ‘70 ad esempio fu introdotta in California la coltivazione delle vigne per la produzione di vino. Agli albori degli Anni ’90, quando fu chiaro che non si trattava di una moda passeggera ma al contrario del fiorire di un settore oggi molto solido economicamente, il dibattito sul fatto che l’industria enologica americana sottraesse clienti a Italia e Francia nella produzione della bevanda era all’ordine del giorno. Oggi La Napa Valley, dove sono presenti i più importanti vitigni nordamericani, è una fucina di produttività e un importante centro occupazionale per molti giovani americani. Negli Stati Uniti la convinzione che l’esperimento possa essere ripetuto con il medesimo successo anche con la cannabis è molto diffusa, e in una democrazia che fa del mercato l’archetipo della propria esistenza tale ideologia è più forte di qualsiasi tesi proibizionista.[/vc_column_text][/vc_column][/mk_page_section][vc_row][vc_column][mk_divider style=”thin_solid” border_color=”#002604″ thickness=”3″ margin_top=”0″ margin_bottom=”2″][mk_divider style=”thin_solid” border_color=”#002604″ margin_top=”0″ margin_bottom=”0″][mk_padding_divider size=”50″][/vc_column][/vc_row]